Tech

RENAULT presenta il K XTREM

on

PRESENTATO IN MAROCCO IL RENAULT TRUCKS K XTREM CAVA CANTIERE. PROGETTATO PER GLI USI PIÙ GRAVOSI SU TERRENI ESTREMI, È PERFETTO ANCHE PER GLI SCENARI PIÙ COMPLICATI…

Si sono tenuti a Marrakech, antica e affascinante città al centro del Marocco, gli Xtrem Days di Renault Trucks. I suoi dintorni, caratterizzati a nord dai paesaggi montuosi dell’Atlante e a sud dalle distese di sabbia e pietre che scivolano verso il deserto, sono stati lo scenario perfetto su cui testare i K Xtrem. Questa gamma, infatti, è stata progettata anche per le missioni più difficili in Africa e Medio Oriente. 

TELAIO RINFORZATO

Concepito per resistere agli usi più gravosi, il Renault Trucks K Xtrem si distingue per  il telaio ancora più robusto e per il cambio robotizzato Optidriver Xtrem, con meccanica rinforzata per resistere alle applicazioni più impegnative. Grande l’interesse tra i professionisti del trasporto e del settore edile, non solo nordafricani, invitati all’evento per discutere con gli esperti di Renault Trucks. Tra i vari workshop, il più apprezzato è stato quello dedicato alla riduzione dei costi di esercizio dei trasportatori, mentre hanno destato molto interesse i test sui veicoli delle gamme C e K

“MUSCOLI” E TECNOLOGIA

Renault Trucks K Xtrem ha mostrato a tutti le sue qualità nel campo dell’estrazione mineraria, dell’utilizzo in aree forestali, del trasporto pesante e movimento terra, con una marcia in più per l’uso su terreni estremi. In particolare, i tecnici Renault hanno sottolineato:

• il nuovo Cambio Optidriver Xtrem dedicato agli usi gravosi;
• le sospensioni rinforzate a 4 lame paraboliche fino a 32 ton;
• i rinforzi longheroni da 8 mm su tutta la lunghezza del telaio;
• le protezioni in acciaio sui componenti esposti agli urti;
• i nuovi paraurti 100% acciaio
• i bloccaggi inter-ruote e inter-ponti su tutti i modelli. 

Tutte soluzioni che convergono verso lo stesso obiettivo: rendere ancora più forti e sicuri i suoi componenti, interni ed esterni, che sono stati rigorosamente testati per portare a termine le missioni più impegnative.

Leggi l’articolo completo nel numero 226 di PROFESSIONE CAMIONISTA! In edicola.

Commenta via Facebook

You must be logged in to post a comment Login