Articoli

Road Alliance: 8 provvedimenti per cambiare il mondo dei trasporti

on

La riunione fra le massime autorità dei trasporti europei tenutasi il 31 gennaio a Parigi, per eliminare i vari fenomeni di truffa e migliorare le norme sociali ha visto diverse proposte. Hanno partecipato i paesi di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Norvegia, Svezia e Italia, creando la Road Alliance.

Per far sì che ci siano effettivi cambiamenti e miglioramenti, e che il programma dell’Alleanza venga rispettato, sono stati annunciati otto provvedimenti che rappresenteranno la piattaforma dell’Alleanza.

  1. Diritti degli autisti: equilibrio fra vita privata e vita professionale. Il camionista sarà pagato in base al tempo effettivo in cui lavora, non a forfait.
  2. Contrastare il fenomeno dei veicoli leggeri fino a 3 tonnellate e mezzo per aggirare l’obbligo del cronotachigrafo e della formazione degli autisti.
  3. Favorire le lettere di vettura digitale di recente introduzione, l’e-CMR. Digitalizzare queste operazioni per migliorare l’efficacia dei controlli sul trasporto, che ad oggi non è ancora fatto da tutti i paesi dell’Unione Europea.
  4. Scambio di informazioni fra i vari Stati Aderenti all’Alleanza: infrazioni stradali e fattori di rischio per le imprese di trasporto.
  5. Aumento dei controlli e scambio di informazioni, ad oggi insufficienti, eliminando il cabotaggio stradale.
  6. Creare una piattaforma europea contro il lavoro nero.
  7. Rafforzare gli scambi internazionali per quanto riguarda le frodi sofisticate al cronotachigrafo e societarie. Contrasto rapido ed efficace delle società fantasma che immatricolano i veicoli in paesi a bassa fiscalità per poi usarli altrove.
  8. Armonizzare il panorama del settore dei trasporti e contrastare in ogni modo, anche dal punto di vista legislativo, il dumping sociale.

 

 

 

Commenta via Facebook

You must be logged in to post a comment Login