Featured

Super Great V Spider Mitsubishi Fuso

on

PRESENTATO ANCHE IN EUROPA, IL SUPER GREAT V SPIDER MITSUBISHI FUSO È UN PICCOLO TRANSFORMER DESTINATO A RIVOLUZIONARE L’INTERO SETTORE DEI VEICOLI MULTIFUNZIONE

Alla sua prima uscita, al Tokyo Motor Show dello scorso anno, in molti hanno pensato a uno scherzo. Il Super Great V Spider Mitsubishi Fuso, con quelle sue quattro lunghe braccia da ragno, sembrava uno di quei concept messi in mostra solo per ottenere qualche foto e qualche titolo a effetto sui giornali, ma tutto sommato destinati a svanire in fretta, senza diventare mai un veicolo vero e proprio. Eppure la fila per guardarlo, anche in azione, era sempre nutrita e non era solo per il sorriso e la minigonna delle hostess con gli occhi a mandorla! I visitatori, soprattutto i gestori di aziende di manutenzione o i rappresentanti dei servizi pubblici comunali, si erano fatti qualche conto in tasca: quanto poteva costare? E quanto sarebbero costati quattro diversi veicoli? Insomma, alla fine erano tutti realmente interessati.

SEMPRE PRONTO

La base del V Spider è il modello FV64VJR del Super Great, il “pesante” Mitsubishi, prodotto soprattutto per il mercato interno e per l’Australia, dotato di un motore 6310 T8 diesel da 12,808 litri per 460 cv (338 kW). Ma se questa è la base, è l’allestimento il piatto forte del V Spider, quello che lo rende unico e, al momento, inimitabile. Parliamo ovviamente delle quattro braccia estensibili che, una volta messe in funzione, lo fanno assomigliare a un coltellino svizzero (lungo 12 metri) su ruote, sempre pronto per qualsiasi evenienza.

Foto via: www.cnet.com

PUÒ FARE UN PO’ DI TUTTO

Le funzioni presentate nell’allestimento base prevedono la capacità di sollevare, trivellare, scavare e spostare, anche carichi considerevoli, grazie ai perni stabilizzatori laterali. Ma ogni braccio può essere ulteriormente allestito in modo da ottenere nuove funzioni, su misura per ogni tipo di attività. Per esempio: il braccio che trivella può essere dotato di perforatrice e quello che solleva di ogni tipo di gancio o cinghia, a seconda del materiale da recuperare. E lo stesso meccanismo che apre e chiude una benna può muovere una morsa o una cesoia per metalli. E ogni lavoro può essere svolto in piena sicurezza, attraverso un quadro comandi in remoto, facile da usare come il joystick di un videogioco. Insomma, al di là dell’aspetto giocoso, il V Spider tutto è tranne che un giocattolo, ed è progettato per lavorare duro, con una serie quasi infinita di possibili applicazioni, e che sia una cosa seria lo testimonia anche l’attenzione al risparmio. Il V Spider è infatti fornito di un pacchetto Eco-Drive che taglia del 5% i consumi rispetto all’analogo modello base precedente, in modo da ridurre ulteriormente i costi operativi.

LEGGI DI PIU’ SUL NUMERO IN EDICOLA A FEBBRAIO DI PROFESSIONE CAMIONISTA!! Tutto quel che c’è da sapere su questo “piccolo” trasformer!

Commenta via Facebook

You must be logged in to post a comment Login